16 novembre 2017

Pasta frolla vegan


La frolla vegan è una buon alternativa alla classica frolla se abbiamo voglia di una crostata e in casa non abbiamo né burro né uova, oppure se vogliamo un impasto "più leggero"; lo metto tra virgolette perché il burro oggi è tanto incriminato ma non credo che l'olio di semi o di oliva siano meno grassi! Anzi! In un articolo di MyPersonalTrainer viene detto che "100 g di olio di oliva apportano 899 Kcal; il burro ha invece un contenuto calorico inferiore del 16%, pari a circa 758 Kcal/100 g. Utilizzando 20 grammi di burro anziché 20 di olio di oliva si risparmiano quindi 24 kcal" e viene spiegata la differenza tra i tipi di grassi presenti negli alimenti, per esempio il colesterolo è assente nell'olio e presente nel burro (come nei formaggi). Quindi tutto dipende da quello che vogliamo evitare: le calorie per non ingrassare, il colesterolo, gli zuccheri, eccetera, e in base a ciò scegliamo gli ingredienti migliori per noi.
Se volete evitare sia grassi che colesterolo che zuccheri la soluzione è non mangiare dolci! :D Ma secondo me la cosa importante e veramente salutare è variare e non eccedere con nessun ingrediente. 

Il poeta latino Orazio parlava di "aurea mediocritas", per esprimere il concetto di "dorata moderazione".


Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/olio-burro.html

Va molto di moda tra le blogger, me compresa, mettere in evidenza quando un dolce è "senza burro", perché sono dolci molto apprezzati dai più, ma sinceramente mi fa un po' ridere vedere una ricetta proclamata a suon di trombe senza burro e poi contenente olio. Conosciamo davvero il valore dei grassi presenti nei due ingredienti? O prendiamo per buono ciò che ci dicono? Ricordiamoci che dietro al stigmatizzazione o la glorificazione di un alimento ci può essere un interesse commerciale aziendale!
Dovremmo cercare alternative "senza grassi" di nessun tipo, e quelle sì sarebbero ricette da proclamare, se oltre alla leggerezza mantengono anche il gusto.
Tornando a questa ricetta e ai suoi "senza", le uova dal canto loro le ritengo un alimento importante e validissimo!

Quindi direi che è un'alternativa valida per chi cerca una frolla con ingredienti di derivazione non animale ;-), per chi, come me, vuole cambiare ogni tanto dalle classiche ricette e ama sperimentare il più possibile, oppure semplicemente!

Ok, finito il mio excursus polemico, passo a dire due parole sul sapore di questa frolla. Per i miei gusti non è paragonabile alla classica frolla! Però se ben farcita, ritengo che la marmellata, le mele o il cioccolato siano i ripieni migliori, ha un gusto buono e semplice!


Ingredienti
190 g di farina 00
60 g di farina di farro (oppure 250 g di farina 00 totali)
70 g di zucchero di canna fine
70 g di acqua
60 g di olio di arachide (o di oliva evo, ma avrà un sapore più accentuato)
5 g di lievito
qualche goccia di essenza di arancia (o limone o vaniglia)

Procedimento
Iniziate a mescolare in una ciotola le farine con lo zucchero e il lievito setacciato. Aggiungete a poco a poco parte dell'acqua e l'olio, impastando il tutto con le mani. Continuate ad aggiungere l'acqua a poco a poco finché non vedete l'impasto diventare compatto ed elastico come nella classica frolla. A questo punto avvolgete l'impasto ottenuto in una pellicola per alimenti e lasciate riposare in frigorifero.
Meglio se la spianate sottile, non più di 5 mm, per averla croccante. Se, però, la preferite più friabile stiratela a 6/7 mm.
Cottura
Essendo questa frolla a base di acqua, richiede qualche minuto in più di cottura rispetto a quella con il burro, perciò se fate una crostata fatela cuocere a 180° per 30/35 minuti. Ovviamente è importante verificare alla vista e al tatto se la frolla è ben cotta: non deve essere troppo chiara né morbida.
Io ho escogitato un modo tutto mio per valutare se la frolla ha la giusta croccantezza :D. Se toccandola due volte con la punta dell'indice fa una sorta di "toc toc" allora è pronta!


Se provate questa ricetta taggate la foto su Instagram inserendo l'hashtag #lasignorinafelicitablog! Mi fa molto piacere vedere le ricette che rifate! :-)
Vi inserirò nell’album "Ricette rifatte da voi" sulla pagina Facebook.

Alla prossima ricetta! :-*

15 novembre 2017

Rotolini di pan di spagna con Dulce de leche


Questi dolcetti sono una vera e propria delizia per il palato, sono sofficissimi come una nuvola e ripieni con tanto cremoso dulce de leche, che si sposa divinamente con il pan di Spagna, per un risultato unico e golosissimo! Si sciolgono in bocca e conquistano tutti! Ve lo assicuro!
Come ho già scritto in altre ricette a base di questa meravigliosa crema di latte: la si può trovare in tutti i supermercati oppure farla in casa.

Ingredienti

80 g di farina 00, setacciata
un pizzico di sale
3 uova + 1 tuorlo
115 g di zucchero
60 g di burro, fuso e poi raffreddato

dulce de leche q.b.
zucchero a velo, per spolverare
panna montata, per guarnire ulteriormente (facoltativo)

Procedimento
Leggere qui.
Una volta formato il rotolo, spalmatevi sopra il dulce de leche fino a raggiungere uno strato di 1 cm o poco meno. Più è generoso e più sarà goloso! ;-) Attenzione a non esagerare, però, perché altrimenti vi sborderà di fuori quanto taglierete le rondelline.
Per ottenere dei rotolini più piccoli rispetto al classico rotolo farcito, vi consiglio di arrotolare il rettangolo su se stesso, sul lato più lungo (quindi dalla parte opposta rispetto a quanto vedete nella foto della ricetta del rotolo).
Spolverizzate i rotolini di zucchero a velo e disponeteli su un vassoio da portata, o su dei singoli piattini, insieme a dei ciuffetti di panna montata. 


Se provate questa ricetta taggate la foto su Instagram inserendo l'hashtag #lasignorinafelicitablog! Mi fa molto piacere vedere le ricette che rifate! :-)
Vi inserirò nell’album "Ricette rifatte da voi" sulla pagina Facebook.

Alla prossima ricetta! :-*

Biscottini orsetto

 
Non sono dolcissimi questi biscottini orsetto! Sono perfetti per dare un buongiorno speciale ai nostri cari!
Quando faccio una crostata e mi avanza della frolla faccio sempre dei biscotti! Ma perché non renderli carini? Basta veramente poco: uno stampino simpatico e voilà!
Qui ho aggiunto delle nocciole, pistacchi e fiorellini di frolla da far abbracciare agli orsetti! I bambini si divertiranno un sacco a preparali con voi!
Gli occhi li ho fatti con uno stecchino.


Ingredienti
procedimento
La frolla è quella della crostata amaretti e pere, quindi fatta con farina di farro e zucchero di canna, ricetta qui
Potete anche utilizzare la classica frolla, ricetta qui.


Vanno cotti a 180°C per circa 10 minuti.

Se provate questa ricetta taggate la foto su Instagram inserendo l'hashtag #lasignorinafelicitablog! Mi fa molto piacere vedere le ricette che rifate! :-)
Vi inserirò nell’album "Ricette rifatte da voi" sulla pagina Facebook.

Alla prossima ricetta! :-*

Insalata autunnale (con radicchio, noci, bietola e ricotta)


Giorni fa ho improvvisato questa insalata con quel poco che avevo in frigorifero, e devo dire che il risultato  stato sorprendente in quanto a bontà. Ho quindi deciso di pubblicarne la ricetta.
Se amate le insalate miste provatela! 

Ingredienti
radicchio rosso (io ho usato quello rotondo, di Chioggia)
2/3 noci tritate
bietola già lessata q.b.
3 cucchiai di ricotta vaccina, o feta
prezzemolo fresco q.b.
olio evo q.b.
sale e pepe q.b

Procedimento
In un piatto disponete il radicchio tagliato insieme alle noci.
In una padella saltate con poco olio la bietola e la ricotta, scaldandoli fino a renderle tiepide. Aggiungetele al radicchio e spolverizzate con il prezzemolo tritato. Infine condite con olio e.v.o., sale e pepe! 

Se provate questa ricetta taggate la foto su Instagram inserendo l'hashtag #lasignorinafelicitablog! Mi fa molto piacere vedere le ricette che rifate! :-)
Vi inserirò nell’album "Ricette rifatte da voi" sulla pagina Facebook.

Alla prossima ricetta! :-*

14 novembre 2017

Torta allo yogurt con cioccolato e cocco


La torta al cioccolato e cocco è semplicemente deliziosa!!! Lo yogurt greco e l'olio la rendono soffice e non pesante: è un'esplosione di gusto: cioccolatosa e profumata di cocco, ideale a tutte le ore! Perfetta accompagnata da una bevanda!

Ingredienti
2 uova
130 g di zucchero
170 g di yogurt greco al cocco o bianco, o yogurt classico*
190 g di farina di manitoba (o farina 00)
1 bustina di lievito 
15/20 g di cacao amaro
50 g di olio di semi di arachide
40 g cocco rapé (cocco secco grattugiato)
50 g di cioccolato fondente, ridotto in scaglie
20 g di acqua
 *in questo caso potrebbe servire meno acqua
Per guarnire
miele q.b.
cocco rapé q.b.


Procedimento
Mescolate le uova con lo zucchero con le fruste elettriche fino a rendere il composto spumoso. Aggiungete lo Yogurt e date una mescolata.
Procedete con l'aggiunta della farina, precedentemente setacciata insieme al lievito e al cacao.
Poi aggiungete l'olio, il cocco grattugiato e il cioccolato. Vedrete che il composto è un po' pastoso, quindi aggiungete l'acqua un po' alla volta per renderlo più fluido (potrebbero bastarvi anche meno di 20 g, vedete a occhio).
Infornate a 180° in forno preriscaldato, per 35 minuti.
Per guarnire ho sparso con un cucchiaino un velo di miele di acacia (è quello dal sapore più neutro), giro giro sui bordi della torta e sopra ci ho spolverizzato il cocco rapè, che si appiccica al miele.




Se provate questa ricetta taggate la foto su Instagram inserendo l'hashtag #lasignorinafelicitablog! Mi fa molto piacere vedere le ricette che rifate! :-)
Vi inserirò nell’album "Ricette rifatte da voi" sulla pagina Facebook.

Alla prossima ricetta! :-*

11 novembre 2017

Focaccia con cipolle e rosmarino


La focaccia con cipolle e rosmarino è adatta a merenda o per l'aperitivo, anche in un buffet. Se non vi piacciono le cipolle potete condirla soltanto con il rosmarino e poi, una volta cotta, farcirla con salumi e formaggi, oppure potete aggiungere delle fette di pomodoro e l'origano, olive, stracchino...


NOTA BENE: se volete la focaccia croccante usate una teglia da 24 cm di diametro;
se invece la volete più morbida usatene una da 18/20 cm di diametro.

Ingredienti 
250 g di farina 00
20   g di olio evo + 10 g per il piano di lavoro + 10/15 g per la teglia
4     g di lievito di birra fresco
150 g di acqua a temperatura ambiente
2.5 g di sale fino
Per condire
una presa di sale grosso e fino
rametti di rosmarino
cipolle rosse (quelle con la buccia secca)

Procedimento
- In una ciotola setacciate la farina e sbriciolatevi il lievito. Unite metà dell'acqua e iniziate a mescolare a velocità minima con le fruste a gancio, quelle per impastare.
Quando l’acqua sarà incorporata e si saranno formate delle grosse briciole, aggiungetene un altro po' e rimescolate.
Prima dell’ultima versata di acqua, aggiungete il sale e infine l’olio a filo. Quando l’impasto sarà ben liscio e omogeneo, arrestate le fruste elettriche.

- Oleate con l'olio il piano di lavoro (io ho usato anche la carta da forno), quindi rovesciate l'impasto e lavoratelo con le mani giusto il tempo di conferirgli una forma sferica; trasferitelo quindi in una ciotola di ceramica o vetro e coprite con pellicola.
Lasciate lievitare per un'ora in forno spento con luce accesa (la temperatura dovrà essere di 25°C). 

- Trascorso il tempo di lievitazione, riprendete l'impasto, eliminate la pellicola, e stendetelo sulla teglia accuratamente unta;
con la punta delle dita pressate la superficie per creare i tipici buchi della focaccia, quindi distribuite sopra il sale.
Cuocete in forno ventilato preriscaldato a 180°, per 40 minuti totali: dopo i primi 20 minuti, distribuite sulla focaccia gli aghi di rosmarino e le cipolle tagliate a fette di 4/5 mm.

La focaccia, una volta cotta, si può congelare per poi scongelarla e scaldarla al bisogno.



Se provate questa ricetta taggate la foto su Instagram inserendo l'hashtag #lasignorinafelicitablog! Mi fa molto piacere vedere le ricette che rifate! :-)
Vi inserirò nell’album "Ricette rifatte da voi" sulla pagina Facebook.

Alla prossima ricetta! :-*

10 novembre 2017

Gnocchi di patate viola con fonduta di formaggi dop, speck e noci



Pubblico oggi qui sul blog una ricetta divulgata sui canali social il 20 settembre. Ero indecisa se metterla perché non amo pubblicare ricette dove vado un po' ad occhio, ma visto che il risultato merita ho deciso di fare un'eccezione alla regola. ;-)
Finalmente ho trovato le patate viola all'Esselunga, così ho deciso di preparare degli gnocchi per avere un piatto scenografico. Ho deciso di condirli con dei formaggi per non fare il classico ragù, che cromaticamente con il viola non era il massimo. Il risultato è stato un piatto sfizioso e bellissimo!

Ingredienti per 3/4 porzioni
600 g di patate viola
1 uovo (ma ne basterebbe meno: si sbatte e se ne toglie un pochino) 
200/300 g di farina 00
sale q.b.
Per il condimento
una noce di burro
gorgonzola dop q.b.
brie q.b.
Parmigiano reggiao q.b.
speck a dadini q.b.
5 noci

Procedimento
Lessate le patate. Poi sbucciatele e schiacciatele (fondamentale per farle venire bene e farinose è lo schiacciapatate! La forchetta non è all'altezza e lascia dei grumini).


Mescolate con un uovo e la farina (la quantità si vede a occhio, quando non si appiccica più è pronto) e il sale.


Formate la palla, poi staccate dei pezzi creando dei filoncini; con il coltello tagliate dei quadretti: potete lasciarli così o, se li preferite rotondi, basta che li arrotoliate tra le mani infarinate. Buttateli in acqua bollente salata: quando vengono a galla sono pronti. 


Per il condimento
Mettete in una padella a fuoco minimo il burro con i formaggi tagliati a pezzi e fate sciogliere. 
A parte saltate lo speck e poi unitelo alla crema di formaggi.
Servite gli gnocchi con il sugo e le noci tagliate a pezzetti.





Se provate questa ricetta taggate la foto su Instagram inserendo l'hashtag #lasignorinafelicitablog! Mi fa molto piacere vedere le ricette che rifate! :-)
Vi inserirò nell’album "Ricette rifatte da voi" sulla pagina Facebook.

Alla prossima ricetta! :-*

9 novembre 2017

Ciambella con zucca e noci


Non avevo mai provato un dolce alla zucca perché la snobbavo un po', poveretta, a causa del suo sapore dolciastro che mi aveva un po' sdubbiata nei piatti salati. Ma dopo essermi ricreduta nella zuppa pubblicata precedentemente, mi sono anche piacevolmente stupita nella versione dolce!
Questa torta, di cui ho preso la ricetta infallibile dal blog di Enrica di Chiarapassion, mi ricorda un po' le famose merendine Camille® e penso infatti che sia fattibile anche con le carote!
Io ho messo le noci nell'impasto e ci stanno benissimo! Vi suggerisco anche altre varianti gustose: con gocce di cioccolato, cucchiaiate di nutella, uvetta, mele... Oppure ricoperta con una glassa al cioccolato, al formaggio o reale... E' veramente una torta versatile, ideale da farcire in vari modi ma anche gustata al naturale, come ho fatto io, o ricoperta di semplice zucchero a velo.



Ingredienti (per uno stampo a ciambella di 24 cm o rotondo da 20 cm di diametro)
250 g di zucca (cruda, senza buccia)
180 g di farina 00
50 g di mandorle grattugiate
180 g di zucchero
100 ml di olio di semi di arachidi
2 uova
1/2 bustina di lievito (8 g)
un pizzico di sale
una puntina di cucchiaino di cannella
la scorza grattugiata di un'arancia
5/6 noci 

Procedimento
- Preriscaldate il forno a 170° C.
- Tagliate la zucca in pezzi, privandola della buccia e bollitela per 5/10 minuti, finché non diventa morbida (oppure, se avete il forno digitale, a 200°C per 30 minuti chiusa nella carta stagnola).
Dopodiché mettetela in un colino a colare e a raffreddare. Dopo riducete in purea la zucca, passandola al minipimer o nel tritatutto.
- Nel frattempo, in una ciotola, mescolate gli ingredienti secchi: lo zucchero, la farina, le mandorle ridotte in farina, la scorza d'arancia, la cannella e il lievito setacciato con un colino (va sempre setacciato).
- In un'altra ciotola mescolate gli ingredienti liquidi: le uova, l'olio e la purea di zucca. Aggiungete gli ingredienti secchi a poco a poco, mescolando bene con una forchetta.
Infine aggiungete le noci tagliate grossolanamente al coltello.
Imburrate e infarinate lo stampo e versate l'impasto. Infornate per circa 40 minuti (facendo a fine cottura la prova stecchino, il quale deve uscire asciutto).



Se provate questa ricetta taggate la foto su Instagram inserendo l'hashtag #lasignorinafelicitablog! Mi fa molto piacere vedere le ricette che rifate! :-)
Vi inserirò nell’album "Ricette rifatte da voi" sulla pagina Facebook.

Alla prossima ricetta! :-*

6 novembre 2017

Vellutata di zucca e fagioli cannellini


Questa vellutata mi è stata consigliata da un'amica e mi ha subito incuriosita: non amo la zucca nei piatti salati perché la trovo dolciastra, ma devo dire che abbinata ai fagioli cannellini e al rosmarino ci sta benissimo!
Quindi vi basta unire una patata (la base delle vellutate), per rendere appunto "smooth" la vostra crema, e in pochissimo tempo realizzerete un piatto confortevole e perfetto per la stagione fredda! Vediamo come prepararla!

Ingredienti
200 g di zucca circa
200 g di fagioli cannellini già lessati
una patata medio-piccola
mezza cipolla rossa
aghi di un rametto di rosmarino fresco
acqua q.b. (circa 1/2 litro)
sale q.b.
un pizzico di noci moscate (facoltativo)
un pizzico di pepe nero
olio evo q.b.

Procedimento
Tritate la cipolla e fate un leggero soffritto - in una pentola dai bordi alti - con un cucchiaio di olio e uno di acqua. Dopo che si è ammorbidita aggiungete la zucca e la patata tagliate a dadini e versate l'acqua* fino a coprirle. Aggiungete un pizzico di sale.
Dopo 5 minuti, aggiungete i fagioli e il rosmarino e fate cuocere per altri 10 minuti. 
A fine cottura aggiungete un pizzico di noci moscate e di pepe e passate tutto al minipimer.
Servite la vellutata con i crostini e un filo d'olio.

*La quantità di acqua dipende da quanto volete cremosa o liquida la vellutata: a me piace che resti cremosa quindi metto sempre poca acqua e mi regolo versandola finché non raggiunge il livello delle verdure nella pentola da 19 cm di diametro.



Se provate questa ricetta taggate la foto su Instagram inserendo l'hashtag #lasignorinafelicitablog! Mi fa molto piacere vedere le ricette che rifate! :-)
Vi inserirò nell’album "Ricette rifatte da voi" sulla pagina Facebook.



Alla prossima ricetta! :-*

2 novembre 2017

Crostata con pere e amaretti (con farina di farro)



La crostata con amaretti e pere mi ha conquistata al primo morso! E' perfetta per il dopo pranzo della domenica o delle feste, in quanto gli amaretti sono un classico fine pasto italiano e le pere danno quel tocco di freschezza. E' però anche ideale a merenda, ogniqualvolta si voglia gustare una fetta di dolce con una bella tazza di tè.


La base è una pasta frolla con farina di farro, arricchita da ritaglia a forma di foglie che richiamano il periodo autunnale. Il ripieno di amaretti e pere è un abbinamento davvero speciale, provatelo! E infine il crumble, ovvero la sbriciolata in superficie, a base di farina di mandorle dà un ulteriore tocco di sapore. Questo ultimo strato si può anche omettere se non si ama particolarmente il sapore delle mandorle. Sono infatti curiosa di riprovare questa crostata nella classica forma rotonda con un ripieno più alto e una pera in più!



Ingredienti (per una teglia rettangolare da 12x36 cm o rotonda da 20 cm di diametro circa; vi avanzerà un po' di frolla)
per la frolla
100 g di farina 00 o integrale
150 g di farina di farro
60 g di zucchero bianco
40 g di zucchero di canna fine/a velo Zefiro
100 g di burro
una puntina di cucchiaino di lievito
scorza di un limone
1 uovo + 1 tuorlo
per il ripieno
330 g di pere al netto degli scarti (=3 pere)
100 g di amaretti
30 g di burro
1/2 cucchiaio di zucchero di canna fine/a velo Zefiro
scorza di mezzo limone
per il crumble (facoltativo)
scorza di mezzo limone
35 g di mandorle ridotte in polvere
30 g di burro freddo
25 g di zucchero bianco

Procedimento
 - Per fare la frolla seguite il procedimento qui
e poi adagiate l'impasto sulla teglia ricoperta, sulla base, da carta da forno. Con gli avanzi create delle formine da porre lungo i bordi della crostata.
 - Per il ripieno: sbriciolate gli amaretti
e cuoceteli in padella insieme alle pere tagliate a dadini fini,
allo zucchero e al burro, per 10 minuti.
Fate intiepidire e poi versate il ripieno sopra la frolla.

- Per il crumble: mescolate gli ingredienti in una ciotola e formate delle grosse briciole con le mani. Sbriciolate il composto ottenuto sopra la crostata ripiena e infornate.
 - Cottura: cuocete in forno preriscaldato a 180°C per 30 minuti, controllando che la frolla sia ben dorata.



Se provate questa ricetta taggate la foto su Instagram inserendo l'hashtag #lasignorinafelicitablog! Mi fa molto piacere vedere le ricette che rifate! :-)
Vi inserirò nell’album "Ricette rifatte da voi" sulla pagina Facebook.



Alla prossima ricetta! :-*

18 ottobre 2017

Biscotti al farro, cacao e nocciole



    Questi biscotti sono una deliziosa combinazione di farina di farro, cacao e nocciole, morbidi e "scrocchiarelli" allo stesso tempo.
    Sono ottimi e sarei veramente curiosa di provarli in diverse varianti: con altra frutta secca come le noccioline o pistacchi.
    La ricetta è del maestro Montersino, ma l'ho scoperta grazie a Simona di Tavolartegusto.



    Ingredienti (per circa 40 biscotti)
    244 g di farina di farro bianco

    10 g di cacao amaro in polvere di ottima qualità
    33 g di panna
    100 g di zucchero a velo
    187 g di burro a temperatura ambiente
    mezza fialetta di aroma alla vaniglia (oppure 1/2 baccello)
    1 pizzico di sale
    50 g di nocciole pelate oppure granella di nocciole di ottima qualità

    Procedimento
    Montate con le fruste elettriche o con la planetaria il burro con lo zucchero a velo e il pizzico di sale, fino a ottenere una crema spumosa. 
    Aggiungete poi la panna a filo, la vaniglia e un paio di cucchiai delle farine - che avrete precedentemente mescolato e setacciato con la polvere di cacao. Amalgamate qualche secondo e aggiungete il resto delle farine setacciate, mescolando bene fino a che l'impasto non si compatta (basteranno pochi secondi).
    A questo punto, trasferite l’impasto su un piano di lavoro ricoperto di carta da forno e leggermente infarinato. Schiacciate un po' l'impasto e aggiungete al centro le nocciole ridotte in granella. Impastate velocemente a mano amalgamando la granella al composto.
    Aiutandovi con la carta da forno, formate un cilindro con l'impasto
    e richiudetelo "a caramella".
    Ponete in frigorifero per mezz'ora: il tempo che l’impasto si raffreddi e risulti ben compatto per essere tagliato in fette che non si deformino.
    Trascorso il tempo di raffreddamento togliete la carta da forno dal cilindro e affettatelo con un coltello affilato ricavando biscotti di 6 -7 mm di spessore.

    L'idea in più: se invece di creare il cilindro stendete l'impasto sul piano di lavoro, potete usare un taglia-biscotti per creare forme diverse rispetto ai cerchi. ;-)

    Riutilizzate la carta da forno per foderare una teglia e disponetevi i biscotti appena realizzati.

    Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 15′, il tempo che i biscotti si dorino in superficie. 
    Sfornate e lasciate raffreddare fuori dalla teglia.
    Gustate i biscotti completamente freddi.


    Se provate questa ricetta taggate la foto su Instagram inserendo l'hashtag #lasignorinafelicitablog! Mi fa molto piacere vedere le ricette che rifate! :-)
    Vi inserirò nell’album "Ricette rifatte da voi" sulla pagina Facebook.



    Alla prossima ricetta! :-*