17 gennaio 2018

Torta di mandarini ricoperta di mele



La torta di oggi è semplice e genuina, leggermente profumata di agrumi e arricchita dalle mele in superficie. La ricetta è uguale a quella dei Muffin con clementine, di cui ho cambiato leggermente alcune dosi, per averla più leggera.

Varianti
- Potete aggiungere un'altra mela tagliata a cubetti all'interno dell'impasto
- Potete ricoprire la torta anche con della glassa fatta con zucchero a velo e succo di clementine.




Ingredienti (per una tortiera dal diametro di 20 cm, tipo quella usa e getta della Cuki)
150 g di farina 00
50 g di farina integrale di semola di grano duro La molisana (o 200 g di farina 00 totali)
4 mandarini (o clementine) 
2 uova intere
20 g di olio evo
25 g di olio di semi di arachidi
75 g di zucchero di canna (ricetta originale 100 g)
1/2 bustina di lievito
la scorza di un mandarino o di 1/2 arancia o 1/2 limone
una mela


Procedimento
NB: Mi raccomando di togliere i semi dai mandarini perché frullandoli daranno un sapore amaro alla torta.
Accendete il forno a 175°C.
Frullate i mandarini toglietevi prima i semi fino a ottenere un succo cremoso.
In una ciotola sbattete le uova con lo zucchero, unite la scorza del mandarino (o altro agrume), poi l'olio e i mandarini frullati.
Mescolate e infine aggiungete le farine e per ultimo il lievito setacciato.
Versate il composto nella tortiera di cui avrete ricoperto la base con un disco di carta da forno.
Sbucciate la mela e tagliatela a fette dallo spessore di 4/5 mm, adagiandole sopra la superficie.
Infornate per 35/40 minuti. Non preoccupatevi se si scurisce un po'.



Se provate questa ricetta taggate la foto su Instagram inserendo l'hashtag #lasignorinafelicitablog! Mi fa molto piacere vedere le ricette che rifate! :-)
Vi inserirò nell’album "Ricette rifatte da voi" sulla pagina Facebook.


Alla prossima ricetta! :-*

15 gennaio 2018

Zuppa di lenticchie e orzo


La zuppa di lenticchie e orzo è un piatto completo e gustosissimo, caldo e ricco di proprietà. 
Volendo può anche essere usato come sugo vegetariano, basta mettere meno acqua e più pomodoro.
Varianti: potete sostituire 'orzo con il farro.

Ingredienti per 4 persone circa
una carota
una costa di sedano
una cipolla rossa di Tropea media
un bicchiere colmo di lenticchie secche
mezzo bicchiere di orzo
un terzo di barattolo di polpa di pomodoro (circa 4 cucchiai)
una foglia di alloro
olio evo q.b.
sale q.b.
pepe nero q.b.
acqua q.b. (da due a quattro bicchieri, da aggiungere a poco a poco)

Procedimento
Ammollate le lenticchie in acqua fredda per due ore, se necessario. Le mie essendo piccole non ne hanno avuto bisogno.
Tagliate le verdure a quadratini e fate un leggero soffritto con un po' d'olio in una pentola dai bordi medio-alti. Quando le verdure si sono appassite, aggiungete le lenticchie, la foglia di alloro, la polpa di pomodoro e due bicchieri di acqua con un pizzico di sale e fate cuocere per 30 minuti con coperchio; nel caso in cui si asciugasse troppo aggiungete uno o due bicchieri di acqua, ma sempre a poco a poco (dipende anche dai gusti: se vi piace una zuppa più densa mettetene meno, se la preferite più liquida aggiungetene di più.) 
A questo punto aggiungete l'orzo e fate cuocere per altri 15/20 minuti, aggiungendo mezzo bicchiere di acqua o più se necessario.
Infine togliete l'alloro e aggiustate di sale se necessario, pepate e se volete aggiungete un filo di olio a crudo.



Se provate questa ricetta taggate la foto su Instagram inserendo l'hashtag #lasignorinafelicitablog! Mi fa molto piacere vedere le ricette che rifate! :-)
Vi inserirò nell’album "Ricette rifatte da voi" sulla pagina Facebook.


Alla prossima ricetta! :-*

5 gennaio 2018

Galette des rois


La galette des rois è un dolce francese che si prepara in occasione dell'Epifania per celebrare l'arrivo dei tre Magi. La tradizione vuole che si nasconda dentro una fava e chi la trova è il fortunato della giornata!
Si può farcire in vari modi: crema al cioccolato, crema pasticcera... quello più tradizionale è la crema frangipane. 
Io invece ho fatto una versione super semplificata aggiungendo un cucchiaio di farina di mandorle alla crema. Il risultato è golosissimo!


Ingredienti
due dischi di pasta sfoglia
un tuorlo e due cucchiai di latte, per spennellare
Per la crema

150 g di zucchero
5 tuorli
50 g di maizena (= amido di mais)
1/2 l di latte intero (fresco)
una bustina di vanillina

scorza di 1/2 limone

scorza di 1/2 arancia
un pizzico di sale

un cucchiaio di mandorle ridotte in farina

Procedimento
Preparate la crema seguendo il procedimento qui, aggiungendo alla maizena anche il cucchiaio di farina di mandorle.
Lasciate intiepidire la crema e poi disponetela su un disco di sfoglia. Chiudetelo con l'altro, sigillando i bordi e create degli intagli con un coltello affilato liscio. Spennellate con il tuorlo mescolato al latte e infornate in forno preriscaldato a 200°C per 30 minuti circa.


Se provate questa ricetta taggate la foto su Instagram inserendo l'hashtag #lasignorinafelicitablog! Mi fa molto piacere vedere le ricette che rifate! :-)
Vi inserirò nell’album "Ricette rifatte da voi" sulla pagina Facebook.


Alla prossima ricetta! :-*

23 dicembre 2017

Torta pan di zenzero a strati


Questa torta è una di quelle torte dal Wow assicurato, ma in realtà è anche molto essenziale nella sua estetica, e semplice da fare! Vi basterà farcirla con tanta panna (o camy cream o camy cream alla ricotta) e lasciare che si vedano gli strati, da naked cake, poi aggiungere sulla superficie dei biscotti che richiamino il sapore dell'impasto, per questo ho scelto i pan di zenzero (ma se non li avete vanno bene i classici biscotti di frolla) e voilà il gioco è fatto! L'aspetto natalizio in fondo è dato soprattutto dai biscotti: ci stanno bene anche delle renne, delle stelle...


Ingredienti (per tre teglie piccole da 15 cm di diametro, o due da 18/20)
Per l'impasto
190 g di ricotta vaccina fresca
125 g di zucchero bianco
25 g di zucchero canna
2 uova
200 g di farina 00
50 g di amido di riso o fecola di patate (oppure 250 g di farina 00 totali)
8/10 g di lievito (mezza bustina)
2 cucchiaini e mezzo di spezie per pan di zenzero*
1 cucchiaio di miele
scorza grattugiata di mezza arancia non trattata
una bustina di vanillina
2 o 3 cucchiai di latte
Per guarnire
300 ml di panna fresca
2 cucchiai (o 3 o 4 se vi piace più dolce) di latte condensato o di miele o di zucchero
biscotti di pan di zenzero (qui la mia ricetta vegan)

*Mescolate 4 cucchiaini di cannella, 4 di zenzero, 2 di chiodi di garofano e 2 di noci moscate (ridotti tutti in polvere) e poi prendetene 2 cucchiaini e mezzo


Procedimento
Per l'impasto
Sbattete la ricotta e lo zucchero con le fruste elettriche. Aggiungete le uova e il miele e  mescolate nuovamente. Poi introducete la farina - precedentemente mescolata con l'amido di riso, il lievito e le spezie (tutte setacciate) - la vanillina  e la scorza di arancia. A questo punto aggiungete il latte, a poco a poco, finché l'impasto non raggiunge la giusta consistenza (non troppo liquido ma neanche troppo duro).
Versate l'impasto nelle teglie imburrate e infarinate o ricoperte, nella base, con carta da forno.
Infornate le teglie a 180°C per 35/40 minuti. Poi sformate solo quando si sono raffreddate.
Per guarnire
Intanto mescolate la panna con il latte condensato a velocità minima e poi iniziate a montarla.
Assemblaggio
Posizionate il primo disco di torta sul piatto da portata scelto. Inserite la panna montata nella sac à poche con beccuccio liscio e coprite il disco di torta con uno strato di panna altro 1.5 cm. Poi appoggiate il secondo disco e ricoprite con altrettanta panna e infine coprite con l'ultimo disco. 

Ricoprite con la panna (non troppa sull'ultimo disco) e spruzzate dei ciuffetti di panna anche sui bordi dei dischi, qua e là.
Con una spatola fate giro giro sui bordi della torta e spargete l'impasto lasciando intravedere le torte. 


Guarnite con dei biscotti che "infilzerete" sulla cima della torta.

La torta si conserva in frigorifero per massimo 2 giorni.

Con questo dolce vi faccio i miei migliori auguri per un felice Natale e allegre feste!


Se provate questa ricetta taggate la foto su Instagram inserendo l'hashtag #lasignorinafelicitablog! Mi fa molto piacere vedere le ricette che rifate! :-)
Vi inserirò nell’album "Ricette rifatte da voi" sulla pagina Facebook.

Alla prossima ricetta! :-*


21 dicembre 2017

Crostini al salmone con crema di formaggio


I crostini al salmone sono sfiziosi e perfetti per l'antipasto della Vigilia di Natale, per il cenone di fine anno.
Ovviamente oltre alle feste natalizie o altri buffet, li consiglio ogniqualvolta si abbia desiderio di un piatto buono veloce, che accompagnato da un'insalatina diventa anche un pasto completo.

Ingredienti
100 g di salmone affumicato 
125 g circa di Philadelphia (io Light) 
un cucchiaino di olio evo
un mazzettino di erba cipollina
chicchi di melograno q. b.
succo di limone q. b.
pane toscano semi-integrale, a fette

Procedimento
Abbrustolite le fette di pane nel tostapane o in forno.
Mescolate il Philadelphia con l'olio e l'erba cipollina tritata (lasciate qualche filo intero per decorare).
Spalmate la crema ottenuta sopra il pane e poi adagiate il salmone tagliato a fettine.
Poi cospargete i crostini con due o tre chicchi di melograno e qualche goccia di succo di limone.
Infine mettete anche un pezzetto di filo di erba cipollina, per guarnire.




Se provate questa ricetta taggate la foto su Instagram inserendo l'hashtag #lasignorinafelicitablog! Mi fa molto piacere vedere le ricette che rifate! :-)
Vi inserirò nell’album "Ricette rifatte da voi" sulla pagina Facebook.


Alla prossima ricetta! :-*

Ghirlanda di rosmarino con formaggio e olive


Un'idea carina per portare in tavola durante le feste il classico antipasto con olive e formaggi! Si può arricchire la ghirlanda con cubetti formaggio - pecorino (toscano, of course😁) e parmigiano - olive, ma anche salumi a cubetti... e  poi mettere nel centro fettine di pane, salatini, sfogliatine, affettati o ciò che preferite!

Ingredienti
rami di rosmarino
pecorino toscano a cubetti q. b.
Parmigiano Reggiano dop a cubetti, q. b.
olive grandi condite
pane semi-integrale, tostato e a fette

Procedimento
Disporre i rami di rosmarino a forma di ghirlanda, premendoli al centro per arrotondarli. Disporre tutti gli altri ingredienti intorno alla ghirlanda, eccetto il pane che invece viene messo nel centro.

Come vino consiglio un Chianti classico.

Se provate questa ricetta taggate la foto su Instagram inserendo l'hashtag #lasignorinafelicitablog! Mi fa molto piacere vedere le ricette che rifate! :-)
Vi inserirò nell’album "Ricette rifatte da voi" sulla pagina Facebook.


Alla prossima ricetta! :-*

20 dicembre 2017

Cupcakes natalizi


La ricetta è quella dei cupcakes tiramisù, che trovate qui: potete spolverare con cacao o lasciare bianco il frosting.




E' una valida ricetta base che si presta a molte varianti! 
Potete rendere più natalizi questi cupcakes mettendo nell'impasto un cucchiaino di spezie per i biscotti pan di zenzero (un cucchiaino di cannella, uno di zenzero, mezzo di chiodi di garofano, mezzo di noci moscati, tutti in polvere), senza poi bagnarli con il caffè. 
Potete anche aggiungere all'impasto un cucchiaio di marmellata, nutella, gocce di cioccolato...

Mentre al frosting potete aggiungere zuccherini argentati o dai colori natalizi, ribes, gocce di cioccolato o quello che più vi ispira!





Se provate questa ricetta taggate la foto su Instagram inserendo l'hashtag #lasignorinafelicitablog! Mi fa molto piacere vedere le ricette che rifate! :-)
Vi inserirò nell’album "Ricette rifatte da voi" sulla pagina Facebook.



Alla prossima ricetta! :-*

18 dicembre 2017

Torroncini morbidi al cioccolato


Questi torroncini al cioccolato sono letteralmente irresistibili! Deliziosi, scioglievoli, cioccolatosi, una vera goduria per il palato! Semplicemente da provare!!!
Ringrazio tutte le foodblogger partenopee per aver diffuso questa bontà che a Napoli si consuma a fine ottobre, inizio novembre e infatti loro lo chiamano il "torrone dei morti", ma qui in Toscana il torrone è sempre stato consumato a Natale e quindi ecco qua la ricetta!
Farete un figurone se li presenterete a tavola durante i pasti delle feste: tutti penseranno che siano comprati! Oppure sono perfetti come regalo, vi garantisco che saranno graditissimi!
Ringrazio in particolare Simona di Tavolartegusto perché mi sono basata principalmente sulla sua versione, rielaborandola nelle quantità.
La ricetta in sé è facilissima e richiede pochi passaggi, però ci vuole un pochino di manualità per ottenere un torrone carino senza fare pasticci. :-)

Occorrenti
- uno stampo in carta per torrone o in silicone (io ho usato quello per torroncini ma va bene anche uno più grande tipo per plumcake che poi taglierete a fette) o uno stampo classico per plumcake (se non avete lo stampo in silicone va bene anche il classico stampo rigido nero ma dovrete rivestirlo di carta da forno che avrete appiccicato bene allo stampo con del burro e che avrete lasciato sbordare dal perimetro per poter poi sollevare il torrone una volta pronto).
Il silicone vi permetterà di ottenere un torrone lucido.
- un pennello da cucina, per aiutarvi a cospargere il cioccolato

Ingredienti
250 g di cioccolato fondente (200 g se non fate la base dei torroncini in cioccolato), spezzettato o in gocce
100 g di cioccolato al latte, spezzettato o in gocce
150 g di cioccolato bianco (oppure 250 g totali di cioccolato bianco), spezzettato o in gocce
250 g di nutella circa
150/200 g di nocciole

Procedimento
Per il guscio di cioccoalto
Sciogliete a bagnomaria il cioccolato fondente spezzettato e poi spennellatelo su tutta la superficie dello stampo: lo strato deve essere di 2/3 mm. (Se non avete il pennello, fatelo colare e poi ruotate lo stampo affinché si sparga bene su tutta la superficie) e lasciate che si solidifichi del tutto. Non versatelo tutto ma lasciatene un poco per fare poi la base. Serviranno due passaggi per coprire al meglio tutta la superficie senza lasciare buchi. Quindi farete uno strato leggero, aspetterete una mezz'ora e poi farete un secondo strato. A quel punto potete lasciar riposare almeno un'ora.
Come dice Simona di Tavolartegusto, per ottenere un torrone lucidissimo occorre temperare (vedi qui al punto "b") il cioccolato: "Per evitare di temperare, ma garantirvi che il cioccolato non si raffreddi ad un punto di fusione troppo alto e si possano formare delle brutte macchie bianche o otteniate un guscio troppo opaco, servitevi di 2 coltelli in acciaio con la punta tonda e direttamente in ciotola, girate il cioccolato, tagliatelo raccogliendo e sfregatelo contro i coltelli facendolo raffreddare. Fate quest’operazione per circa 1′, il tempo che il cioccolato si raffreschi".
Io non ho fatto questa operazione.
Per il ripieno
In un'altra ciotola, sciogliete a bagnomaria il cioccolato bianco e quello al latte e poi versatevi la nutella, mescolando bene.

Unite le nocciole precedentemente tostate in padella per 1/2 minuti e mescolate bene il tutto.
Versate questa golosissima crema (non finitela a cucchiaiate!) all'interno dei gusci in cioccolato fondente e mettete almeno un'ora in frigorifero 
(se non fate la base mettetelo invece due ore in frigorifero + due ore a temperatura ambiente).

Se volete creare anche la base, sciogliete nuovamente il cioccolato fondente e poi spennellatelo sopra i torroncini. Lasciate solidificare il torrone così formato per due ore in frigo e poi altre due ore a temperatura ambiente.

Trascorso il tempo d'attesa, sformate i torroncini, ma attenzione, non prendeteli con le mani, usate dei guanti in lattice o una salvietta di carta e maneggiateli il meno possibile: il colore delle mani rischia di deformare il cioccolato e soprattutto resteranno delle bruttissime impronte sulla superficie.

Il torrone si mantiene per circa una settimana o più ma con il passare dei giorni perde un pochino di lucidità, e poi sono sicura che non durerà una settimana nella vostra dispensa!





Se provate questa ricetta taggate la foto su Instagram inserendo l'hashtag #lasignorinafelicitablog! Mi fa molto piacere vedere le ricette che rifate! :-)
Vi inserirò nell’album "Ricette rifatte da voi" sulla pagina Facebook.


Alla prossima ricetta! :-*


16 dicembre 2017

Marshmallow-pops


I marshmallow-pops sono marshmallow su stecco, ricoperti di cioccolato e zuccherini colorati: fanno figura e allegria e sono perfetti per un buffet o una festa.



Ingredienti
marshmallow
cioccolato fondente q. b. (per 10 marshmallow basteranno circa 100 g di cioccolato)
zuccherini argentati/fiocchi di neve di zucchero/candy-cane sbriciolati/ mompariglia, per decorare
cannucce di carta o stecchini per cake-pops 

Procedimento
Infilzare i marshmallow con gli appositi stecchini o, come ho fatto io, con le cannucce colorate tagliate a metà.
Fondere il cioccolato a bagnomaria e poi immergervi metà marshmallow, tenendolo per lo stecchino. 
Rotolare subito il dolcetto negli zuccherini scelti che avrete versato in una ciotolina piccola.
Posizionare i dolcetti decorati su un foglio di carta da forno e attendere un'ora prima di mangiarli, affinché si solidifichi il cioccolato.



Se provate questa ricetta taggate la foto su Instagram inserendo l'hashtag #lasignorinafelicitablog! Mi fa molto piacere vedere le ricette che rifate! :-)
Vi inserirò nell’album "Ricette rifatte da voi" sulla pagina Facebook.


Alla prossima ricetta! :-*

Stelline di sfoglia ripiene di mele


Facili da fare, veloci, buone! Si possono fare le formine che preferite, metterle su uno stecco e farcirle come volete: mele, pere, marmellata, nutella... Con pochissimo sforzo otterrete dei dolcetti carini e golosi!

Ingredienti
un rotolo di pasta sfoglia rettangolare
una mela e mezza
un pizzico di cannella in polvere
due cucchiai di zucchero
un cucchiaino di succo di limone
zucchero a velo q. b. per decorare, facoltativo

Procedimento
Tagliare la pasta sfoglia con la vostra formina preferita.
Tagliare la mela a cubettini piccolissimi e mescolarli con lo zucchero, il limone e la cannella. Posizionare con un cucchiaino un po' di ripieno al centro di ogni stellina e ricoprire con un'altra stellina che farà da coperchio.
Infornare a 200°C in forno preriscaldato per 25/30 minuti. Una volta fredde cospargere di zucchero a velo.


Se provate questa ricetta taggate la foto su Instagram inserendo l'hashtag #lasignorinafelicitablog! Mi fa molto piacere vedere le ricette che rifate! :-)
Vi inserirò nell’album "Ricette rifatte da voi" sulla pagina Facebook.


Alla prossima ricetta! :-*

14 dicembre 2017

Biscotti all'arancia e cioccolato (Jaffa cakes)


Questi deliziosi biscotti sono un po' retro, ideali da accompagnare con il tè per una piacevole pausa.
L'abbinamento arancia-cioccolato è tipicamente invernale, quindi sono adatti anche da regalare nel periodo natalizio, al posto dei soliti biscotti più gettonati.
Il loro sapore è intenso e profumato; direi che sono dei biscotti raffinati: non risultano rustici e sembrano acquistati più che fatti in casa. Sono praticamente uguali ai biscotti "Messino" della Bahlsen, quindi hanno una consistenza morbida, li ho chiamati biscotti per le dimensioni ma potrebbero esser considerate delle mini-tortine.
Come variante suggerisco di aggiungere un pizzico di cannella o mettere la confettura di pere, se non piace la marmellata di arance.


Ingredienti (per 30 biscotti)
225 g di farina 00
80 g di zucchero fine Zefiro Eridania
20 g di zucchero a velo
125 g di burro
3 uova
1/2 bustina di lievito
1 pizzico di sale
160 g circa di marmellata di arance 
150 g di cioccolato fondente Emilia Zaini o Lindt o Milka
2 fogli di gelatina (8/10 g), facoltativa
un cucchiaio di spremuta di arancia
scorza di arancia non trattata q. b. grattugiata

Procedimento
Per i biscotti
Accendete il forno a 225°C.
Sbattete il burro ammorbidito (alla consistenza di una pomata) con gli zuccheri e le uova, unite una alla volta, senza smettere di mescolare, fino a ottenere una crema.
Incorporate la farina - precedentemente setacciata con il lievito - il sale e amalgamate.
Inserite la crema in una tasca da pasticcere* con beccuccio rotondo (dal diametro di 2,2 cm circa) e formate dei mucchietti ben distanziati tra loro, sulla placca rivestita di carta da forno.
* Se non avete la sac à poche, utilizzate un cucchiaio e disponete l'impasto a cucchiaiate.
Cuocete per 6/8 minuti e poi lasciate raffreddare.
Per la copertura
Ammollate la gelatina per 5 minuti in acqua fredda. Mettete la marmellata in un tegamino insieme al succo d'arancia e scaldate fino a scioglierla, poi aggiungete la gelatina ammollata e strizzata e mescolate con una frustina a mano o con una forchetta.
Tagliate la calotta dei biscotti in modo da rendere la superficie piana e distribuitevi la marmellata sopra con un cucchiaino.


Fondete il cioccolato a bagnomaria e poi, sempre con un cucchiaino, distribuitelo sopra la gelatina di marmellata, ricoprendola (senza ricoprire tutto il biscotto di cioccolato).
Prima che si solidifichi del tutto, cospargete i biscotti con la scorza d'arancia grattugiata, per dare colore e far intuire che i biscotti non sono semplicemente al cioccolato.





Se provate questa ricetta taggate la foto su Instagram inserendo l'hashtag #lasignorinafelicitablog! Mi fa molto piacere vedere le ricette che rifate! :-)
Vi inserirò nell’album "Ricette rifatte da voi" sulla pagina Facebook.


Alla prossima ricetta! :-*

13 dicembre 2017

Crostata vegan con marmellata



La crostata alla marmellata è sempre gradita, a colazione o a merenda. La versione vegan è ideale se odiate il burro o non avete in casa burro e uova. L'impasto vegan è particolare e meno saporito di quello classico, ma abbinato alla marmellata si camuffa benissimo!


Ingredienti (per una tortiera da 24 cm di diametro o due più piccole ed eventuali ritagli per guarnire)
190 g di farina 00
60 g di farina di farro (oppure 250 g di farina 00 totali)
70 g di zucchero di canna fine
70 g di acqua
60 g di olio di arachide (o 30 g di olio extravergine di oliva + 30 g di olio di semi)
5 g di lievito
qualche goccia di essenza di arancia (o limone o vaniglia)
marmellata ai frutti di bosco Rigoni di Asiago q. b.


Procedimento

Per fare la frolla seguite il procedimento descritto qui.
Una volta spianato l'impasto, mettetelo in una tortiera e farcite con la marmellata. Cuocete a 180°C per 30/35 minuti.



Se provate questa ricetta taggate la foto su Instagram inserendo l'hashtag #lasignorinafelicitablog! Mi fa molto piacere vedere le ricette che rifate! :-)
Vi inserirò nell’album "Ricette rifatte da voi" sulla pagina Facebook.


Alla prossima ricetta! :-*